Gramsci 1921-Gramsci 2017

“Il fascismo si è presentato come l’antipartito, ha aperto le porte a tutti i candidati, ha dato modo a una moltitudine incomposta di coprire con una vernice di idealità politiche vaghe e nebulose lo straripare selvaggio delle passioni, degli odii, dei desideri. Il fascismo è divenuto così un fatto di costume, si è identificato con la psicologia antisociale di alcuni strati del popolo italiano, non modificati ancora da una tradizione nuova, dalla scuola, dalla convivenza in uno Stato bene ordinato e amministrato”

Antonio Gramsci, L’Ordine Nuovo, 26 aprile 1921

Anologie identiche anche se questo discorso risale a 97 anni fa. Analisi di una giornata a Roma tra cori fascisti e bombe carta. Non e’ un caso se quelli di (forza nuova) erano presenti, se si segue il blog di grillo di commenti e cori c’e’ ne sono a migliaia, ma non solo il blog, anche su i social le ingiurie, parolaccie rivolte a esponenti donne del PD si sprecano. Minaccie di uno squadrismo che riporta indietro di quasi un secolo, come quelle dette da Salvini

“Serve pulizia di massa via per via, quartiere per quartiere”

“Guardia nazionale antimigranti in Italia come negli Usa di Trump? Magari”

. Il vero problema e’ che una massa di italiani preoccupandosi del come sopravvivere appoggia queste misure incontrollate di fascismo puro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*